Albero Madre Latina

Albero Madre è uno spazio interamente dedicato a chi non ha. Un ambiente dove le professionalità incontrano i bisogni, accendendo una speranza nel cuore delle persone.

Archivi per il mese di “agosto, 2016”

Raccolta alla Cooperativa Nuova Era Onlus. Quando conta il cuore

raccolta

La Cooperativa Nuova Era Onlus di Latina ha indetto una raccolta per aiutare le regioni colpite dal terremoto del 24 agosto 2016.

Latina, lunedì 29 agosto 2016 – E’ bastato un passaparola, una condivisione su Faceboock ma soprattutto un coinvolgimento nella tragedia di persone lontane, solo geograficamente, ma vicine al cuore, che tantissime persone hanno risposto alla raccolta che la Cooperativa Nuova Era di Latina ha indetto per portare aiuti alle popolazioni terremotate.

Un essere in prima linea assicurando di consegnare, attraverso i suoi mezzi, i prodotti raccolti ha convinto della serietà dell’iniziativa. Molti i volontari che sabato e domenica hanno rinunciato al mare e al pranzo, viste le ore in cui sono riusciti a chiudere l’ultimo pacco. Incuranti del tempo e del caldo hanno voluto dare il loro piccolo contributo anonimi e in silenzio come tutte le persone che incessantemente hanno “scaricato” dalle automobili indumenti e prodotti nuovi e vecchi. Il resto è stato un lavoro di scelta, classificazione, e inscatolamento con tanto di cartelli che indicavano il contenuto del pacco. Così abiti per bambini, bambine, adolescenti, uomini, donne, giocattoli, peluche, pannolini, omogenizzati, biscotti, pasta, dentifrici, acqua, latte in polvere, spazzolini, pettini, colori, quaderni, coperte, giubbotti, scatolame, medicinali di primo soccorso etc. sono stati controllati e selezionati destinando quelli non adatti ad altre associazioni caritatevoli.

In orario continuato alle 16,00 di sabato, i 200 pacchi sono stati registrati e chiusi e oggi i mezzi provvederanno alla consegna. La paura è quella di spegnere i riflettori, di veder prendere altre strade quanto raccolto ed è proprio per questo che i volontari seguono personalmente il percorso mentre altre iniziative si stanno valutando per non lasciare solo chi ha perso tutto e ha bisogno di uno spazio autonomo dove poter ricominciare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per ora è giusto elencare nominativamente, anche se può creare imbarazzo, i volontari che scambiando il sorriso con i donatori hanno ringraziato per la risposta: Francesca Pierleoni, Giovanna Martinelli, Michela Randa, Fausta Menzocchi, Alessia Menzocchi, Alessandro D’Aprano, Tommasina Sbandi, Marzia Zanellato, Maria Belli, Claudia Salata, Marco Benvenuti, Cinzia Tremarelli, Rita Rubino, Gabriella Guglielmo e Mary e Eleonora Danieli. Grazie

Annunci

Terremoto. Sogni persi nelle macerie

terremoto

Un terremoto che ha scosso il cuore dell’Italia.

Roma, giovedì 25 agosto. La terra ha avuto un brivido, un tempo infinito dove nel suo fremere ha travolto cose e persone. E sotto un cielo indifferente macchiato da stelle ha abbracciato piccoli e grandi uomini. Solo il fragore delle case che si accartocciavano ha rotto il silenzio. Alla luce del giorno macerie miste a ricordi, poi nulla più. Continua a leggere…

Dal delitto d’onore al femminicidio. Quanto ancora aspettare perché l’uomo evolva?

femminicidio

Stop violenza sulle donne.

Roma, 3 agosto 2016 – Non basta una legge contro il femminicidio, non le associazioni impegnate nel sostegno alle donne vittime di violenza, non convegni o studi in merito, non guide sul modo di comportarsi. E nemmeno si può dare la colpa al caldo di agosto, allo stress, alla compartecipazione della donna che lo ha illuso. Le persone normali se vengono lasciate, tradite, derise, piangono, si disperano, si mettono in discussione, non uccidono. Non hanno bisogno di un ultimo appuntamento per capire che la storia è finita. Eppure, gli allarmanti episodi di questi giorni ci rimandano a vecchi schemi di cui ci siamo illuse l’estinzione. Continua a leggere…

Navigazione articolo